Come partecipare

Edizione 2019


Soggetti che possono concorrere al Premio

Il Premio è aperto a tutti gli enti del Terzo Settore, ivi inclusi le imprese sociali, che abbiano la sede legale in Italia. Nello specifico, possono concorrere al Premio gli enti, in qualsiasi campo operino, così identificati:

    • organizzazioni di volontariato di cui alla legge n. 266 del 1991;
    • Onlus – Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (articolo 10 del Dlgs 460/1997);
    • cooperative sociali e consorzi di cooperative sociali di cui alla legge n. 381 del 1991;
    • organizzazioni non governative già riconosciute idonee ai sensi della legge n. 49 del 1987 alla data del 29 agosto 2014 e iscritte all’Anagrafe unica delle ONLUS su istanza delle stesse (art. 32, comma 7 della Legge n. 125 del 2014);
    • enti ecclesiastici delle confessioni religiose con le quali lo Stato ha stipulato accordi e intese, considerate Onlus parziali ai sensi del comma 9 dell’art. 10 del D. Lgs. N. 460 del 1997;
    • associazioni di promozione sociale le cui finalità assistenziali sono riconosciute dal Ministero dell’Interno, considerate Onlus parziali ai sensi del comma 9 dell’art. 10 del D. Lgs. N. 460 del 1997;
    • associazioni di promozione sociale iscritte nei registri nazionale, regionali e provinciali (articolo 7, commi da 1 a 4, legge 383/2000);
    • associazioni e fondazioni di diritto privato che operano nei settori indicati dall’articolo 10 (comma 1, lettera a) del Dlgs 460/1997;
    • Enti del Terzo Settore di cui al dlgs n. 117 del 2017;
    • Imprese sociali di cui al dlgs n. 112 del 2017.

Procedura di selezione

Per l’edizione 2019 del Premio la procedura di selezione è stata la seguente:

Entro lunedì 8 aprile 2019 i soggetti che intendono concorrere al Premio hanno compilato online l’apposito formulario. Ciascun soggetto, oltre ai dati identificativi, ha fornito una sintetica descrizione dell’attività innovativa svolta, del contesto in cui opera e dei risultati economici e sociali ottenuti, sottolineando in particolare i caratteri innovativi introdotti nei processi o nei servizi.

Entro martedì 30 aprile 2019 la Segreteria del Premio ha comunicato ai partecipanti l’esito della prima tornata di valutazioni. Ai soggetti, in numero non superiore a 20, che hanno superato la prima tornata di valutazioni, si sono richieste ulteriori informazioni e documentazioni, in particolare sulle innovazioni dichiarate e sui risultati economici e sociali ottenuti.

Entro lunedì 20 maggio 2019 sono pervenute, sempre in via telematica, le risposte dei soggetti selezionati.

Entro lunedì 10 giugno 2019 la Giuria ha formulato il giudizio sui cinque finalisti. Il vincitore è indicato nella cerimonia di premiazione.

Cerimonia di premiazione

Si è svolta nel pomeriggio di mercoledì 26 giugno 2019 a Padova, presso il Centro Culturale San Gaetano, con una lectio magistralis della professoressa Elena Granaglia.